• Formazione
  • Accesso al credito
  • Visure e certificati
  • Avvisi per i soci
  • Scadenze
  • Come associarsi

  • Rassegna stampa
  • Eurosportello
  • Link utili
  • Confesercenti Italia
  • Mailing list
  • Notiziario Mensile

L’assemblea annuale che celebriamo oggi si colloca in un momento molto delicato della nostra situazione economica. Situazione che vede in particolare il contesto economico locale sempre più in difficoltà a causa di una congiuntura negativa che rischia di far scivolare alcuni settori produttivi in una condizione di involuzione.

Ciò non consente di immaginare agevolmente le dinamiche di sviluppo futuro, anche se già possiamo vedere che mentre sono in espansione il settore turistico, agroalimentare e vitivinicolo, versano in grave difficoltà l’industria manifatturiera ed industriale, le quali hanno da tempo smesso di essere creatori di occupazione, semmai è in crescita l’espulsione di unità lavorative.

Comunque anche nel versante turistico, se analizziamo velocemente l’andamento dell’ultima stagione, a fronte una performance rassicurante delle presenze turistiche nella Val di Cornia, si registra una flessione all’Elba che si attesta intorno al 5.7%.

Tappa fissa per i turisti, ma anche luogo prediletto dai residenti (secondo un'indagine il 60 per cento dei toscani spesso pranza o cena nei locali) ristoranti e trattorie, non possono però permettersi di vivere su un generico fascino suscitato dall'essere in Toscana; per mantenere o allargare la propria clientela, devono infatti far fronte alle richieste di un pubblico sempre più esigente, che chiede professionalità, qualità e tipicità.

La pedonalizzazione della piazza intera, richiederebbe l'eliminazione totale del parcheggio esistente, ma constatato che questo rappresenta l'unica risorsa libera in tutta l'area dentro le mura, la proposta non è proponibile in questa prima fase d'intervento, ma solo dopo che saranno disponibili parcheggi alternativi nella vicinanze del centro città. Tuttavia, vista la capacità limitata di contenere autoveicoli in sosta, l'intera piazza potrebbe essere libera da parcheggio nelle ore serali del periodo estivo o in occasioni di iniziative di svago e culturali durante tutto l'anno.

La Calata Mazzini infatti, pur destinata ad un traffico veicolare in uscita a senso unico dal centro,. sarà percorribile in doppio senso di marcia oltre che dai veicoli in ordinario servizio di trasporto pubblico, dai motocicli e dalle biciclette e nelle occasioni di emerqenza, dai mezzi di Soccorso, dalla Capitaneria , Ambulanze, Vigili del Fuoco, Polizia, Carabinieri, Vigili Urbani, Guardia di Finanza, Protezione civile) nonché autocarri per carico/scarico merci ad orario stabilito. Per quanto riguarda la situazione di Piazza della Repubblica adibita a parcheggio a pagamento, potrebbe essere migliorata a seguito della proposta di modificare la gestione degli spazi auto con l'uso di parchimetri, in quanto verrebbero eliminate le code dei veicoli in attesa di entrare nel parcheggio attraverso la sollevazione della sbarra.